SEZIONI NOTIZIE

Cosmi chiede alla squadra di avere coraggio per fare il colpo grosso in casa del Cittadella

di Redazione Perugia24.net
Vedi letture
Foto

Dopo il Crotone, sotto con il Cittadella. Come scrive Francesca Mencacci su La Nazione, dopo aver dimostrato di poter reggere l’urto in dieci contro la seconda forza campionato, stasera contro i veneti, attualmente quarti in campionato, il Perugia di Cosmi dovrà dimostrare di essere forte più dell’emergenza. Nel segno dell’identità ritrovata e del coraggio. Il Grifo vuol dare continuità agli ultimi risultati, due vittorie e un pareggio senza subire gol, proverà a farlo ritoccando meno possibile la squadra di venerdì, ci proverà anche perché, quella che Cosmi definisce «una mosca bianca nel calcio» ha qualche difetto. Già, perché la formazione di Venturato ha conquistato ben trenta punti lontano da casa e appena 19 al Tombolato, un’anomalia. «Non ho visto giocatori in difficoltà fisica _ spiega il tecnico biancorosso _ Il morale può anche fare la differenza in questi momenti in cui si va più a sensazioni. I tanti indisponibili? Le squadre che non subiscono infortuni si allenano male, sembra un paradosso ma è la verità. Allenandosi bene il rischio c’è. Non avevo previsto tanti piccoli infortuni, anche perché, andando a vedere, i veri problemi sono i traumi subiti da Vicario e Falcinelli. Gli altri fanno parte di un percorso, per questo sarebbe meglio non concedere gli squalificati». Anche il Cittadella avrà tante assenze. «Il Cittadella è una mosca bianca nel nostro calcio, con un direttore sportivo che sta lì da molti anni così come anche l’allenatore. Una cultura del calcio anomala che invece dovrebbe essere la normalità. E quando sento dire che fare calcio a Cittadella sia più facile che altrove non sono d’accordo, perché al di là della grandezza della piazza le aspettative sono sempre le stesse. Le assenze? Loro fanno spesso turnover, perché i calciatori si mettono a disposizione di una cultura e di un sistema che rende forte tutti». Ma detto questo, il Perugia guarda anche ai progressi compiuti in queste settimane. «Noi abbiamo provato a dare una identità al Grifo, la squadra deve scendere in campo con coraggio, deve cercare senza aver paura di rischiare. Ad Ascoli è venuto bene già a inizio partita, con il Crotone meno bene nei primi minuti. E dal 25’ in poi, dopo l’espulsione di Di Chiara, abbiamo dovuto mettere in campo altre caratteristiche«. Con il Crotone il Perugia ha dimostrato duttilità e intelligenza nel sapersi adattare alle difficoltà. «Con un giocatore in meno era necessario assestarsi. Sia la difesa a 4 che a 3 mi hanno soddisfatto, ma le situazioni tattiche sono una conseguenza dell’aspetto mentale. Di certo qualsiasi sistema viene meglio quando c’è attenzione e disponibilità, i professionisti devono saper interpretare anche situazioni di emergenza». Con il Cittadella nel segno della continuità. «Non voglio fare l’errore fatto con lo Spezia dopo la vittoria di Castellammare, quando sono andato a toccare qualcosa che non andava toccato. In una squadra esistono i reparti e le tre componenti devono trovare un equilibrio. Per come la vedo io di solito la difesa è quella che va toccata meno se dimostra di avere solidità, personalità e condizione».

Altre notizie
Giovedì 21 gennaio 2021
22:40 Primo Piano Presidente umbro di Serie D inibito per un anno! Clamorosa decisione del Tfn della Figc 22:07 News Sandro Pochesci a casa: è stato esonerato dal Carpi! 21:51 News A Castiglione del Lago focolaio in ospedale: individuati 13 positivi in un colpo solo! 18:00 News Il punto sull'arrivo di Di Noia al Perugia: la trattativa è ben avviata 16:30 News A Città di Castello i nuovi positivi sono quasi pari ai guariti: massima attenzione
16:00 News Il 10 febbraio data importante per il campionato: c'è il recupero del Padova 15:30 News "Il Perugia è favorito, ma attenzione..." 14:59 News Buone notizie per il Perugia: Dragomir e Angella ci sono! 14:27 Primo Piano Il Perugia sta per definire un grosso colpo a centrocampo dalla Serie B: a ore l'annuncio? 14:16 Curiosità Stasera non perdetevi la prima puntata de "La pupa e il secchione": protagonista la perugina Giulia! 14:00 News Ore di grande apprensione per la sorte in Albania dell'ex arbitro Davide Pecorelli 13:39 News Salta anche la prossima Festa dei Ceri a Gubbio? Allo stato attuale delle cose sembra improponibile 12:37 News Per tre settimane in Umbria solo metà degli studenti a scuola 11:10 News A Magione chiusi da oggi tutti i parchi! Per sei bambini multa da 400 euro a testa!
Mercoledì 20 gennaio 2021
21:30 News Così è andata la partita della Bartoccini Perugia contro Scandicci nell'A1 femminile di volley 20:30 News L'amico Dodi ci ha lasciato: in tanti si sono divertiti ed hanno gioito insieme a lui 20:23 Primo Piano I funerali del quattordicenne deceduto a Ripa: ancora una giornata di dolore 20:21 News Questa Bartoccini Perugia delude ancora: nettamente battuta nel recupero al PalaBarton 18:40 News Quindi Luigi Repace non poteva candidarsi? La legge è inequivocabile e "sembra" davvero dargli contro... 18:30 News Che sorpresa per Michele! Da Minesso due maglie acquistate presso il Perugia Store