SEZIONI NOTIZIE

In tre mesi cancellate in Cina quasi 22 milioni di utenze telefoniche: il dato che "inquieta" il mondo

di Redazione Perugia24.net
Vedi letture
Foto

Se ne parla ormai ovunque (qui quanto riporta www.epochtimes.it) in tutto il mondo. Soprattutto oggi. Ebbene, negli ultimi tre mesi in Cina sono state cancellate oltre 21 milioni di utenze di telefonia mobile, mentre 840 mila linee fisse sono state disattivate; questo è quanto affermato il 19 marzo dalle autorità di Pechino. È probabile che i decessi causati dal virus del Pcc, il nuovo coronavirus, abbiano contribuito ad accrescere questo numero. Attualmente i telefoni cellulari sono una componente indispensabile della vita quotidiana in Cina. «Il livello di digitalizzazione è molto alto in Cina. La gente non può sopravvivere senza un telefono cellulare – spiega Tang Jingyuan, un esperto di Cina con sede negli Stati Uniti – Trattare con il governo per le pensioni e la previdenza sociale, comprare i biglietti del treno, fare shopping… qualsiasi cosa le persona vogliano fare, sono costrette a usare i cellulari».

«Il regime cinese richiede che tutti i cinesi utilizzino i loro cellulari per generare un codice sanitario. Solo con un codice sanitario ‘verde’ i cinesi possono muoversi in Cina. È impossibile per una persona rinunciare al proprio cellulare».

Il governo cinese ha introdotto il primo dicembre 2019 l’obbligo di effettuare la scansione facciale per confermare l’identità della persona che ha registrato il telefono. E già il primo settembre 2010 il governo cinese aveva richiesto a tutti gli utenti di registrare il proprio telefono con la propria carta d’identità, così che lo Stato potesse controllare più agevolmente le conversazioni delle persone, attraverso il suo esteso sistema di monitoraggio.

Inoltre, i cinesi devono collegare i propri conti bancari e il conto della previdenza sociale con il loro cellulare, perché tutte le App di questi servizi possono rilevare la carta Sim del telefono e, tramite il database dello Stato, assicurarsi che il numero appartenga effettivamente alla persona in questione.

Pechino ha introdotto per la prima volta un sistema di codici sanitari basati sui telefoni cellulari il 10 marzo. Tutte le persone in Cina devono installare un’applicazione per cellulari dove registrare le proprie informazioni sanitarie personali. Poi l’app genererà un codice Qr, che può essere di tre colori a seconda del livello di salute delle persone. Rosso significa che la persona ha una malattia infettiva. Giallo significa che la persona potrebbe avere una malattia infettiva. Verde significa che la persona non ha una malattia infettiva.

Pechino sostiene che il codice sanitario servirà a contenere la diffusione del virus del Pcc, comunemente noto come nuovo coronavirus.

Altre notizie
Giovedì 9 Aprile 2020
12:26 Primo Piano Muore per coronavirus un perugino di 73 anni che era ricoverato in ospedale dallo scorso 24 marzo 12:23 News Sono attualmente 1298 le persone in Umbria positive al coronavirus: ne sono ricoverati 192 in sei ospedali 11:27 News Tutto vero? "Non servono mascherine speciali, ma basta un semplice foulard..." 10:48 News Tempi lunghi... "Se gli scienziati lo confermano, potremmo iniziare ad allentare alcune misure già entro fine aprile" 10:37 Primo Piano Perchè sono sinora mancate le mascherine? C'era una truffa alle spalle ed è stato arrestato un 41enne
08:30 Curiosità Si abbassa la fascia d'età dei contagi: in Umbria la più colpita va dai 46 ai 60 anni 07:30 News Terminata ufficialmente la stagione della pallavolo: la Sir Safety Conad Perugia chiude qui 07:00 News La commovente lettera di Valentina dopo la morte di papà Roberto "La tosse, ambulanza, un ciao veloce e non l'ho visto più"
Mercoledì 8 Aprile 2020
23:00 Primo Piano Il 19 maggio la fine del coronavirus in Italia e in Umbria l'11 aprile ci sarà l'ultimo morto: lo dice uno studio europeo 22:30 Curiosità E' record i guariti! Calano i malati di coronavirus in terapia intensiva! Si intravede (finalmente) la via d'uscita 19:55 News Un grazie a chi è in prima linea da parte dell' "Umbria Verde di Giada": appuntamento sabato alle 16.30 19:35 News Tempi ancora lunghissimi... "Riaprire parzialmente a distanza di due settimane ogni volta per poter contenere nuovi focolai" 19:07 News La Nestlè Perugina ha donato 90mila uova di Pasqua alle famiglie in difficoltà 18:59 News I buoni auspici per l'emergenza-coronavirus partono dalla Lombardia: vistosa discesa del contagio 18:33 Primo Piano Siamo veramente sulla buona strada ma non si può mollare: oggi altri 542 morti da coronavirus 17:46 Curiosità Ci ha lasciato Donato Sabia: noi lo ricordiamo per quel 21 agosto 1980 al Santa Giuliana di Perugia... 17:44 News Lei è l'orgoglio dell'Umbria all'ospedale di Madrid per il coronavirus: complimenti Lucia! 17:11 News "Le mascherine ai medici umbri le deve garantire il Governo": lo dice l'assessore regionale 16:30 News La situazione coronavirus a Città di Castello: aumentano i positivi, ma anche i guariti 14:20 News Tutti i numeri utili da sapere a Perugia per l'emergenza coronavirus